Controlli ispettivi sulla tutela da fumo passivo

25 gennaio 2013
1088 Views

Da fonte autorevole ci arriva la notizia che il PISLL della ASL10 (Firenze) ha pochi giorni fa avviato una serie di controlli ispettivi in tutte le attività, incluse quelle industriali, onde verificare il rispetto delle disposizioni in materia di fumo passivo.
A tale proposito rammentiamo a Clienti e lettori che l’art. 51 della Legge 3/2003 e successivi decreti attuativi hanno imposto il divieto di fumo in tutti i locali chiusi, pubblici e privati, con adeguata segnalazione del divieto, indicazione della sanzione e di un responsabile per l’osservanza del divieto all’interno del locale.
Inoltre, in materia di sicurezza e salute sul lavoro, il D.Lgs. 81/2008 e la giurisprudenza costante hanno ormai qualificato il fumo passivo come rischio, essendone ormai scientificamente dimostrato il nesso di causalità tra esposizione e danno alla salute. Ne deriva che al rischio fumo passivo dovranno venire indirizzate tutte le attività tese alla valutazione del rischio, eliminazione o riduzione dello stesso, informazione dei lavoratori e controllo sugli stessi.
(per approfondimenti: pagina dello SPISAL – ULSS 20 Verona)

Invitiamo dunque a verificare con particolare diligenza l’ottemperanza alle disposizioni normative all’interno dei locali di lavoro, e restiamo a disposizione per ogni assistenza in ordine alle attività connesse.